• Email Follonicaonline

Parco di Montioni

Comprensorio ILVA, 58022 Follonica GR

Libero

Sto caricando mappe

Pilire

0% Gradimento degli ospiti

Classifica cliente

  • Eccellente
    0
  • Molto buono
    0
  • Medio
    0
  • Mediocre
    0
  • Terribile
    0
Scrivi una recensione

Sommario

  • Divertimento
  • Location
  • Qualità servizi
  • Pulizia

Dettagli struttura

Il Parco di Montioni si estende per 4.494 ettari in provincia di Livorno e per 1.990 ettari in quella di Grosseto.

I boschi del Parco di Montioni sono principalmente composti da alberi di cerro e di leccio. Nelle aree più umide sono presenti anche lembi di bosco ripariale costituito da piante appartenenti a più specie.

La fauna invece è quella che tendenzialmente frequenta i boschi di macchia mediterranea. L’attuale aspetto del Parco di Montioni è il risultato di un lunghissimo periodo di intenso sfruttamento del bosco che ricopriva e ricopre questa altura. Sfruttamento che dopo 1960 ha lasciato il posto ad una fase di abbandono. Dopo questa data infatti, le superfici boscate non hanno subìto ulteriori forme di sfruttamento, se non quelle legate agli usi civici.

A livello geologico  il Parco di Montioni era noto in passato per l’abbondante presenza di allume nel sottosuolo. Un minerale molto utilizzato nelle tintorie e per la concia delle pelli. Il Papa Sisto IV (1414 – 1484) che possedeva il monopolio dell’unica fonte al momento conosciuta (i monti della Tolfa nel Lazio) cercò di accaparrarsi i giacimenti in molti modi. Ancora oggi passeggiando per il parco è possibile osservare alcune delle cavità nella roccia lasciate dai cavatori dopo la completa estrazione dell’allume. I giacimenti sono stati sfruttati fino al secolo scorso.

Il più antico riferimento al Parco di Montioni nella documentazione scritta risale al 783 (d.C.), mentre per avere notizie di un primo insediamento stabile in questo territorio bisogna aspettare il 1038. In quest’anno, infatti, venne rogato un documento nel quale si faceva riferimento, indirettamente, ad un castello ubicato proprio a Montioni. Tuttavia, il luogo indicato nel documento non è da identificare con l’attuale villaggio di Montioni, sorto per volere di Elisa Baciocchi, sorella di Napoleone Bonaparte. Il castello coincide con i ruderi della torre posta sull’altura denominata Montioni Vecchio o Montionaccio.

Recensioni

Non c'è recensione

Scrivi una recensione

  • Divertimento
  • Location
  • Qualità servizi
  • Pulizia
Le seguenti regole GDPR devono essere lette e accettate:
Questo modulo raccoglie il tuo nome, email e contenuto in modo che possiamo tenere traccia dei commenti inseriti sul sito web. Per maggiori informazioni, consulta la nostra politica sulla privacy dove riceverai maggiori informazioni su dove, come e perché memorizziamo i tuoi dati. PRIVACY POLICY

Nelle Vicinanze Parco di Montioni