Progettato dall’Architetto Alessandro Manetti, lavorato manualmente in ghisa, nel corso degli anni, ha acquisito un’importanza simbolica per Follonica. In perfetto stile neoclassico, richiama un valore affettivo per tutti i follonichesi. Il Cancellone rappresenta  in toto la nascita di Follonica come città fabbrica. Il primo agglomerato urbano,infatti, si costituì  intorno ad esso.  Il Cancellone Monumentale, al tempo in cui le regie fonderie imperiali lavoravano a pieno regime, rappresentava  l’accesso ad esse. I prodotti derivati  della lavorazione della ghisa, venivano esportati in tutto il mondo. Dal Cancellone  si accede al parco dell’Ex Ilva, al cui interno, semplicemente seguendo un percorso lineare, tra manufatti in ghisa esposti all’aperto, alberi e panchine, sulle quali ci si può sedere e rilassarsi, possiamo trovare il Cinema all’aperto Le Ferriere, la Biblioteca della Ghisa, di fronte alla quale, rasentando la Torre dell’Orologio, si trova il MAGMA (Museo delle Arti in ghisa della Maremma). Un po’ più avanti, sullo stesso percorso, incontriamo la Fonderia n°1 (ristrutturata ed adibita a salone polivalente ) e la Fonderia n°2, la LEOPOLDA, all’interno della quale ha sede il teatro del comune di Follonica. Tutto il parco è stato ristrutturato rispettando i criteri ed i valori dello sviluppo sostenibile, rispettando e mantenendo rigorosamente le sue origini e velleità.

(si ringrazia per la foto il Sig.Fernando Santoni)